Benvenuti nel sito ufficiale del Comune di Tribogna

Accessibilita: Risoluzione 1024x768 - Risoluzione 800x600 - Alto contrasto - Disabilita CSS
 

Ti trovi in: Home » Il Paesaggio

 
Sezioni: Il territorio, Chi siamo, Gastronomia, Divertimenti



Sezioni: Uffici comunali, Amministrazione aperts, Links




>> LEGGI I CONTENUTI DELLA PAGINA

Il Territorio

:: Il paesaggio
Panorama della frazione Cassanesi Tribogna è un piccolo centro dell'alta val Fontanabuona, ai piedi del monte Borgo, oltre il quale chi arriva dall'entroterra può raggiungere il mare attraversando l'alta valle del Recco.

Il sentiero colombiano che parte dalla media valle passa di qui: è questo uno dei percorsi pedonali più interessanti per osservare la transizione dalla collina alla fascia costiera. Su questa strada, in prossimità del passo del colle Caprile si incontrano le due antiche cave di Monterosso e dei Fighetti.

Panorama della frazione Bassi Tribogna è una delle capitali dell'ardesia, che per secoli è stata una risorsa insostituibile. Non a caso sul fianco della balconata del palazzo municipale è esposto un bassorilievo in ardesia (opera dello scultore Mirko Gualerzi) che in ventisei pannelli illustra la storia del paese, trasfigurata in una sorta di mitologia civile: stagioni, feste religiose e storia locale si fondono in una rappresentazione corale e suggestiva.

Il territorio del comune di Tribogna è completamente montano e si colloca nella parte alta della Valfontanabuona, sulla sponda destra del torrente Lavagna, che ne delinea anche in confini con il limitrofo comune di Moconesi.
Il comune confina con i seguenti Comuni:
  • Nord: Neirone, Moconesi
  • Est: Moconesi, Cicagna
  • Sud: Avegno, Rapallo
  • Ovest: Uscio

Panorama della frazione Piandeipreti In località Aveno si trova la cava teatro di monte Tugio, una delle tappe più spettacolari dell'Ecomuseo dell'ardesia della Fontanabuona: secoli di attività estrattiva hanno scavato sulla parete rocciosa una specie di anfiteatro, con gli spalti rifiniti in ampi gradoni nell'ultimo secolo dal taglio squadrato delle macchine.
E' una delle cave più antiche della val Fontanabuona e la vicinanza a Recco e la presenza di affioramenti superficiali di ardesia, che rendevano più agevole l'estrazione, ne hanno decretato la fortuna.

Nella frazione Piandeipreti nacque nel 1744 il pittore Giuseppe Bacigalupo, formatosi all'Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova e operante poi a Roma, Napoli e in altre città italiane, prima del definitivo ritorno a Genova nel 1779. Anche la figlia Rosa fu pittrice operante nella prima metà del XIX secolo e autrice di una biografia sul padre.